Giocatore del Palermo trovato ubriaco

08
agosto
2012

Posted by Davide

Posted in Calcio

0 Comments
345197

Il centrocampista del Palermo Nicolas Bertolo negli ultimi giorni è stato protagonista di una vicenda assai spiacevole per l’intera società rosanero. Il giocatore, nella serata libera prima della ripresa degli allenamenti con la propria squadra, è stato “beccato” dalla polizia mentre guidava la sua auto in stato di ebbrezza.

La vicenda – all’alba del 6 agosto verso le 5 del mattino, il giocatore stava guidando la sua Bmw X6 per Corso Vittorio Emanuele, una delle principali vie della città. Durante il suo “tour” per la città, Bertolo non si ferma allo stop della polizia e tenta una piccola fuga con inseguimento che si conclude nella zona di Cala, dove gli agenti riescono a fermare il fuggitivo il quale prova anche ad aggredire un agente. Subito dopo scatta l’alcool test al quale il giocatore del Palermo viene trovato positivo. Dopo il test la polizia fa scattare la denuncia per il calciatore con l’accusa di guida in stato di ebbrezza e di oltraggio a pubblico ufficiale; al giocatore viene subito ritirata la patente. Da alcune indiscrezioni, Bertolo non era solo nella sua auto ma in compagnia di alcuni amici quali Lores Varela (compagno di squadra), Vazquez e Garcia (due connazionali) che hanno assistito alla vicenda senza però partecipare alla tentata aggressione.

Le reazioni della società – la domanda che ci facciamo è: il calciatore argentino verrà punito per la sua condotta “fuori dalle righe”? La società non prende una posizione decisa ma vuole attendere per capire meglio la situazione; dopo aver ascoltato la versione di Bertolo e quella degli Ufficiali verrà decisa la linea da seguire ed gli eventuali provvedimenti per il calciatore.

Nicolas Bertolo ha 26 anni, porta la maglia rosanero dal 2009 ed ha collezionato 54 partite, segnando 4 goal. E’ un giocatore importante per il Palermo e la società prima di “punirlo” vuole appunto capire bene lo svolgimento della vicenda. Giorgio Perinetti, direttore generale della sezione sportiva del Palermo, spende due parole a riguardo dell’accaduto: “prima di prendere decisioni affrettate vogliamo capire cos’è realmente successo. Solo dopo aver discusso con entrambe le parti possiamo farci un’opinione dell’accaduto e decidere eventuali provvedimenti per il nostro tesserato. Crediamo nel lavoro delle Forze dell’Ordine ma anche nei nostri giocatori. Tuttavia se Bertolo ha veramente compiuto tali atti dovrà essere presa una punizione esemplare”